Home
CAI - Sez. Germignaga
Convenzione PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto A.   
Venerdì 24 Giugno 2016 20:58

CONVENZIONE FREE CLIMB LAB

valida presso il negozio FREE CLIMB LAB in Viale Borri 240 a Varese

Si informano i Soci che è stata siglata la convenzione tra il CLUB ALPINO ITALIANO – SEZIONE DI GERMIGNAGA e il negozio specializzato FREE CLIMB LAB di Varese. La convenzione consente ai Soci della SEZIONE di ottenere lo sconto CAI su tutti gli articoli dedicati all’escursionismo, all’alpinismo e all’arrampicata (sul prezzo di listino, non cumulabile per articoli già in promozione).

SCONTO 15% SOCI CAI: riservato ai Soci del CLUB ALPINO ITALIANO – SEZIONE DI GERMIGNAGA, -

15% ad uso esclusivamente personale sul prezzo di listino su tutti gli articoli dedicati

all’escursionismo, all’alpinismo e all’arrampicata ad eccezione dei prodotti MSR, Jetboil,

Nalgene, Platypus, Therm-a-Rest, Versante Sud e dei prodotti specifici per l’alpinismo su

ghiaccio (i.e. picche, ramponi e accessori ghiaccio).

Per usufruire della Convenzione sarà necessario esibire la tessera CAI e ritirare la tessera

FCL CARD registrandosi presso il negozio.

 
Domenica 19 Giugno: Rifugio CROSTA (m 1751) PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 07 Giugno 2016 15:15

Domenica 19 Giugno

Rifugio CROSTA (m 1751)

difficoltà escursionistica

durata 2,45 h

dislivello         + 400 m ca.

attrezzatura abbigliamento da escursione adeguato alla stagione e alla quota

 

programma

ore 7.00      partenza da Germignaga (p.zza XX Settembre) con mezzi

propri via Intra (traghetto) - Domodossola - Varzo - S. Domenico

ore 9.30      inizio escursione da S. Domenico - Colazione al sacco

 

L’escursione proposta ci porterà al rifugio Pietro Crosta in alta Val d'Ossola (Val Divedro), di proprietà del C.A.I. di Gallarate, posto all'ingresso del Vallone di Solcio (Varzo), al limite del Parco Naturale dell’Alpe Veglia e Alpe Devero.

Dall’abitato di S. Domenico (1410 m) il percorso si caratterizza come una facile e stupenda traversata tra alpeggi, abetaie e radure.

Percorse poche decine di metri verso valle dal parcheggio di S. Domenico, si trova a sinistra l’inizio del percorso in corrispondenza della targa del “Sentiero Serafino Coscia”.

Si percorre un fitto bosco di abeti e larici, per poi uscire sulla  strada forestale che porta fino all’alpeggio di Dorcia. Da qui si abbandona la strada e si seguono le indicazioni del sentiero F14.

Il sentiero conduce direttamente sino al Rifugio passando dagli alpeggi dei Crosi e di Coatè 1800m, con una bella traversata in quota sotto le pendici del Pizzo del Dosso e del Pizzo del Balzo, sempre in vista dell’imponente versante S del monte Leone che domina il paesaggio.

L’escursione, con dislivello contenuto e priva di particolari difficoltà, risulta adatta a tutti, piccoli camminatori compresi.

 

Iscrizioni entro il venerdì antecedente la gita

Note condivisione spese auto

Responsabili (gita organizzata, non accompagnata): Copelli S. – Guandalini R.

 
Palesta CAI Germignaga (Ginnastica presciistica e di mantenimento) PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto A.   
Martedì 24 Novembre 2015 19:32

Giovedì 10 dicembre 2015, il Corso di ginnastica “Pre-sciistica termina.

Ci ritroveremo sempre lo stesso giovedì sera alle ore 21:00 presso la Pizzeria Circolo Mucenese a Muceno, dove sarà disponibile sia un’ottima pizza che la cucina, è gradita la prenotazione.

Ricordo a tutti che per il 2016 NON è prevista la prosecuzione dell’attività di mantenimento, quindi ci ritroveremo solo agli inizi di ottobre 2016.

Ringrazio sin da ora i nostri nuovi trainer CARLO e GRAZIANO, che con tanta pazienza ci hanno preso per mano, preparando per ogni lezione un programma diverso, ci hanno fatto lavorare, sudare, ma il risultato finale è la giusta forma fisica per affrontare le piste da sci e non solo.

Grazie a tutti.

 

Seguici su Facebook:

 

Seguici sulla nostra pagina Facebook!


 

 


Info: Fabio Costa 3346821014

Mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Sede CAI Germignaga il venerdì sera 0332510014

Ultimo aggiornamento Martedì 07 Giugno 2016 16:02
 
Domenica 12 Giugno: Capanna Garzonera (m 1973)-Pizzo Sassello (m 2480) PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 07 Giugno 2016 15:14

Domenica 12 Giugno

Capanna Garzonera (m 1973)-Pizzo Sassello (m 2480)

 

difficoltà EI (escursionistica)

durata 3 h – 2h 30’ al Passo di Sassello + 30’ la cresta finale

dislivello + 900 m ca.

attrezzatura abbigliamento da escursione adeguato a stagione e quota

 

programma

ore 7.00          da Germignaga con mezzi propri per Deggio

(via Fornasette, autostrada Bellinzona – Quinto)

ore 9.00          inizio escursione da Giof

 

percorso stradale: Zenna, autostrada A2 fino a Quinto. Poi sulla cantonale fino a poco prima di Piotta (91 km) dove si svolta a sinistra per prendere la strada che sale a Giof (altri 5 km)

 

 

L’escursione proposta si svolge nel gruppo del Poncione di Vespero, che fa da spartiacque tra Leventina e Val Sambuco, e ci conduce al passo e successivamente al Pizzo di Sassello.

Il passo di Sassello, 2334 m di quota, insieme ai vicini passi del Naret e di Campolungo viene citato in “Storia della Valmaggia”, dunque era ben noto come transito strategico fin dai tempi delle vicende bellicose tra gli Svizzeri e il ducato di Milano (XV secolo).

Il pizzo omonimo, che si trova a poca distanza da esso, ha la dorsale NNE che precipita sulla conca del lago di Ravina, mentre a oriente degrada più dolcemente verso Cassina di Lago, da dove si svolge la nostra salita.

Sono possibili diversi percorsi. Il più breve prevede che da Giof si salga verso Cassina di Prato (1639), di qui a Zemblasca (1809).

Una seconda possibilità è offerta dal sentiero per la capanna Garzonera dal quale, dopo Pian Taioi si devia verso Zemblasca dove raggiunge l’itinerario precedente.

Da qui il sentiero sale a Cassina di Lago (1979), poi su una costa verso Sud per piegare infine verso il passo di Sassello.

Da poco prima del passo, l’itinerario aggira la prima parte della cresta SE, che raggiunge più avanti risalendo un canale con erba e roccette oppure il pendio detritico subito a destra. Una volta sulla cresta la segue fino in vetta o scalando delle roccette o aggirandole sulla sinistra per un ripido pendio erboso

Nella sua Guida delle Alpi Ticinesi (it 1109 pag. 673), il “maestro” Brenna classifica questo breve tratto di salita come EI.

Il rientro si effettua inizialmente lungo lo stesso itinerario di salita. Prima di prendere la costa che scende a Cassina di Lago una deviazione porta prima ai laghi di Prato, poi al lago della Valletta e giunge infine alla capanna Garzonera.

 

Iscrizioni entro il venerdì antecedente la gita

Note è indispensabile un documento valido per l’espatrio

Responsabili (gita organizzata, non accompagnata): Copelli S. – Sparapano A.

 

Notiziario del Mese

Banner

Chi c'è online

 18 visitatori online
Cai Germignaga, Powered by Joomla!; Joomla templates by SG web hosting